Effetto Lindy

Secondo una vecchia battuta, Dio ha potuto fare l’universo in una settimana perché non aveva base installata.

Dovendo costruire qualcosa, è sempre più facile partire da zero, senza doversi preoccupare della compatibilità fra ciò che già esiste e ciò che andremo a creare.

Se hai conoscenze informatiche, sai che per alcuni linguaggi di programmazione datati – come il Cobol – c’è tutt’ora una forte richiesta di programmatori, perché è necessario fare manutenzione ai vecchi programmi ancora in uso. Questo perché può risultare troppo costoso o sconsigliabile riscriverli da capo in un linguaggio più moderno, e dunque ci si limita a migliorare e sviluppare i programmi nello stesso linguaggio in cui sono stati creati.

Esiste un curioso fenomeno, chiamato effetto Lindy e che compare nei più diversi ambiti, secondo cui più una cosa dura, più è destinata a durare.


Tale fenomeno si osserva nei beni non deperibili, ovvero che non hanno un periodo di validità prefissato, né quindi una scadenza. Ad esempio le idee, la produzione artistica e scientifica, la tecnologia. Di contro, la vita di un essere vivente non ne è interessata, dato che ogni animale o pianta è destinato a morire dopo un certo tempo.

Il termine deriva dal nome di un locale di New York, chiamato appunto Lindy, dove ogni sera alcuni comici si riunivano per fare satira sul mondo dello spettacolo. I commentatori dei media azzardavano predizioni sulla durata della vita artistica di questi comici, basandosi sul numero di volte che apparivano. Benoit Mandelbrot, matematico, osservò che più spesso un comico appariva negli spettacoli, più a lungo sarebbe durata la sua vita artistica.

Una possibile spiegazione è che la maggior parte delle idee non serve a nulla, quindi è necessario attaccarsi a quelle che funzionano.

Ecco perché un linguaggio di programmazione come il Cobol, nato più di 60 anni fa, ancora regge.

Ecco perché un comico o un attore, più è artisticamente longevo, più è probabile che lo sarà ancora.

E più un certo farmaco è sicuro e da tempo in circolazione, più ne sarà probabile l’uso in futuro.

È probabile, tuttavia, che l’effetto Lindy non sia direttamente connesso solo a ciò che noi esseri umani facciamo o non facciamo, per quanto il nostro egocentrismo vorrebbe farci credere.Infatti, nello stesso Dna si trovano frammenti antichi di milioni di anni, la cui funzione non è ancora stata decifrata completamente, ma che, dato che sono ancora là, esiste la probabilità che servano a qualcosa.

Giuseppe Santonocito
Latest posts by Giuseppe Santonocito (see all)