Manutenzione vs. riparazione

Alcuni non si preoccupano di far fare una manutenzione ordinaria alla propria auto. La usano quotidianamente, limitandosi a metterci la benzina e l’acqua per il tergicristalli. Finché, prima o poi, l’auto non cede e si rompe. Allora la portano dal meccanico e si aspettano che gliela ripari al più presto. Possibilmente senza spendere troppo.

Il guidatore scrupoloso, invece, fa fare tagliandi con regolarità, verificando olio, freni e le principali funzioni della sua auto. Può sembrare che spenda di più, perché i tagliandi annuali sono un costo fisso. Ma dopo anni di manutenzione scarsa o assente, e costose riparazioni straordinarie, è facile vedere che i controlli periodici allungano la vita dell’auto e fanno spendere di meno.

Analogamente, alcuni trattano se stessi e il proprio corpo come la propria auto. Non si preoccupano di mantenere la salute a un livello ottimale. Non fanno esercizio, fumano, mangiano schifezze e dedicano poca attenzione ai segnali che il corpo invia loro. Non fanno controlli di base, come banali esami del sangue o controlli specifici per fascia di età. E quando iniziano i problemi, vanno dal medico: “Aggiustami. Dammi una bella pillola che mi risolva tutto”.

Anche qui è facile illudersi di risparmiare tempo e soldi. Ma il tempo è galantuomo, come si dice, e insegna molte cose.

L’importanza dell’esercizio fisico non più in discussione. Non solo per il benessere e la salute fisica. Innumerevoli studi ne hanno mostrato i benefici in termine di riduzione dell’ansia e del miglioramento dello stato dell’umore. Senza contare che il solo fatto di allenarsi regolarmente insegna disciplina, costanza e sacrificio, doti impagabili e impiegabili in qualunque ambito di vita.

Lo stesso dicasi per l’alimentazione. Fare attenzione a ciò che si mangia, quando si mangia, quanto frequentemente e alla quantità, può avere effetti magici sulla forma fisica e mentale di una persona.

Anche sul fumo non ci dovrebbe essere bisogno di insistere. Fumare è correlato con l’aumento del rischio di molte condizioni patologiche: cancro, malattie cardiovascolari, aumento della pressione, deficit di erezione, broncopneumopatia cronica ostruttiva. Smettere di fumare è il singolo atto più importante che si possa fare per ridurre mortalità e malattie.

Molto spesso, per migliorare bisogna togliere invece di aggiungere. La cosiddetta via negativa.

Giuseppe Santonocito
Latest posts by Giuseppe Santonocito (see all)